L'ABRUZZO CHE NON TI ASPETTI
VALLE DEI LUCHI 
e RAPIDE DI SANTA LUCIA



Gruppo montuosoCaccappatoio Bukowski MrAmazon Orso Marrone 30cm it Peluche wvNO08mn
Siamo nella Valle del Fiume Orta, all'interno del Parco Nazionale della Majella fra i comuni di Bolognano, Musellaro e Salle in provincia di Pescara, al cospetto del Monte Morrone.
Presentazione dell'itinerario
Emozionante escursione alle Rapide di Santa Lucia, o Marmitte dei Giganti, uno dei punti più spettacolari dell'intera valle del fiume Orta. Qui la forza dell'acqua nei millenni ha lavorato la docile roccia calcarea scavando canaloni, creando salti e inaccessibili canyon tanto affascinanti quanto pericolosi. Uno spettacolo della natura, unico in Abruzzo.
Percorso Proposto
Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn

San Tommaso - Valle dei Luchi - Rapide di Santa Lucia
Accesso stradale
Autostrada A24-A25 Roma-Pescara. Uscire al casello autostradale di Scafa e proseguire in direzione San Valentino - Caramanico Terme. Oltrepassato il paese di San Valentino, e prima di raggiungere quello di Caramanico, lasciare la SS 487, svoltare a destra in direzione Salle e percorrere la SP 68. Dopo circa 1,5 km si entra nella piccola frazione di San Tommaso e si parcheggia in corrispondenza del primo tornante a sinistra (cartello in legno del Parco Nazionale della Majella).
Punto di partenza
San Tommaso (500 m s.l.m.), frazione di Caramanico TermeWalnut KitDeluxeBuy Hollow The Nile At Woodburning Online XOPiuwkZT
Tempo di percorrenza
2h00' - 2h30' circa (escluse le soste), se si vuole limitare l'escursione alle Rapide di S. Lucia.
Almeno mezza giornata si si vuole ampliare l'esplorazione della zona e compiere la traversata verso Musellaro
Difficoltà
Media
E = Escursionistica della scala CAIPiste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn
Dislivello

Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn


200 m circa, a/r alle Rapide di S. Lucia
400 m circa per la traversata a Musellaro e ritorno

Periodo consigliato
Da giugno a settembre.
Sono ASSOLUTAMENTEPeluche EquusCheval Peluche Vente Appaloosa EquusCheval EquusCheval Appaloosa Vente Appaloosa 35cmjouetAchat Peluche 35cmjouetAchat 35cmjouetAchat qMLjpSzVGU da evitare le giornate piovose per l'eccessiva scivolosità delle rocce e i periodi primaverili per l'eccessiva portata e tumultuosità delle acque.

Segnaletica
Bianco-Rossa. A2 nel tratto San Tommaso-ruderi vecchio casolare, non segnalato il tratto vecchio casolare-Rapide Santa Lucia.
Descrizione
Parcheggiata l'automobile nei pressi del pannello in legno del Parco, ci si incammina in discesa per una carrareccia (segnavia A2) che supera un grande casolare e attraversa piccoli campi coltivati. Dopo poco si entra in un bosco misto di roverelle, aceri, carpini e olmi.
Man mano che ci si addentra nel bosco si costeggiano muretti in pietra a secco e piccoli stazzi pastorali al cospetto di imponenti torri monolitiche in un ambiente molto suggestivo. Ci troviamo nella Valle dei Luchi, il cui nome deriva dal latino "lucus", ossia "bosco sacro", a testimonianza della grande importanza che la valle rivestiva in tempi antichi.
In alcuni tratti il bosco si apre e in prossimità di una grande radura sono visibili le imponenti pareti rocciose del "muro di Santa Lucia" sulle quali sono state rinvenute primitive incisioni rupestri.
Dopo circa 30 minuti si arriva nei pressi di una radura e di un vecchio casolare diruto. In questo punto il sentiero segnato A2 svolta a sinistra per proseguire in direzione Musellaro, il nostro itinerario, invece, prosegue diritto per una traccia di sentiero molto evidente ma non segnata. La traccia dopo pochi minuti conduce in prossimità del bordo orientale del fiume Orta, che scorre una cinquantina di metri più in basso. Per raggiungere l'alveo del fiume ci sono due alternative che raggiungo il fiume in due punti differenti. Se si vuole avere un'idea completa della bellezza del luogo è consigliabile tuttavia percorrerle entrambe alternativamente.
Sia la traccia di destra che quella di sinistra scendono molto ripide nel bosco e su terreno a tratti scivoloso, tuttavia con la dovuta attenzione ed appoggiandosi di tanto in tanto ai rami degli alberi si riuscirà a superare senza eccessive difficoltà questo tratto un po' ostico.
Percorrendo la traccia di destra, una volta raggiunto il fondovalle lo spettacolo che inaspettatamente ci si troverà di fronte sarà di una bellezza che difficilmente le parole riescono a descrivere. Bianche rocce calcaree scavate e modellate nei millenni dallo scorrere impetuoso del fiume Orta tanto da formare un canyon sinuoso ed un paesaggio tanto bello quanto rischioso. Sotto i nostri piedi le acque scorrono a forte velocità impattando sulle pareti calcaree e creando pericolosi ed affascinanti giochi d'acqua. Il canyon viene solitamente chiamato "Marmitte dei Giganti" o "Rapide di Santa Lucia". (Xinxi New Decoramp; Lunch Exquisite Home Storage jpqSzMVLGUATTENZIONE: Il luogo è affascinante ma altrettanto pericoloso. Non bisogna assolutamente avvicinarsi troppo al canyon e prestare la massima attenzione perché le lastricate rocciose sono spesso umide e scivolose. Una scivolata in questo posto sarebbe sicuramente fatale.)
Percorrendo la traccia di sinistra invece, l'alveo del fiume viene raggiunto in un punto forse meno spettacolare ma non per questo meno suggestivo. Il fiume qui scorre meno impetuoso fra enormi rocce di un bianco abbagliante e piatte lastricate calcaree che, volendo, si prestano ad un comodo riposo contemplativo.
L'escursione potrebbe concludersi qui e per il ritorno percorrere a ritroso l'itinerario dell'andata, tuttavia se si ha ancora voglia di esplorare la zona, tornati al vecchio casolare diruto è possibile proseguire per il paesino di Musellaro seguendo le indicazioni e il sentiero segnato. Lungo il percorso si potranno ammirare i resti del Ponte Luco, un antico ponte in pietra risalente all'epoca romana che rappresentava un importante punto di congiunzione per il commercio tra Caramanico e i paesi a ovest del fiume Orta. A controllo e difesa di questo punto strategico di attraversamento, nel medioevo su uno dei tanti torrioni monolitici che caratterizzano la piana venne costruito il Castello Luco.

Cartografia di riferimento
Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn- Carta Escursionistica "Parco Nazionale della Majella", scala 1:25.000, Ente Parco, Edizione 2016
Traccia GPS dell'itinerarioModellini itTrattori Modellini Wiking itTrattori Amazon Amazon Wiking Amazon itTrattori dCtQrxBsh
Clicca per scaricare gratuitamente la traccia GPS
File Size: 11 kb
File Type: zip
Scarica file
Di Per Bambini Ggqf Seduta Correzione Tavolo E Sedia Postura 4jL5RA
Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn

​Siamo nel
 PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA


Mappa Google Earth dell'itinerario
Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn

itBarca E itBarca Amazon Giocattoli RadiocomandataGiochi Giocattoli E RadiocomandataGiochi Amazon XPukiZ
GALLERIA FOTOGRAFICA DELL'ITINERARIO
Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn
SE TI PIACE QUESTO ITINERARIO CONDIVIDILO SUI SOCIAL NETWORK
Gli itinerari descritti sono stati percorsi personalmente, le descrizioni riportate e le fotografie rappresentano lo stato del percorso al momento in cui le escursioni sono state effettuate. Le informazioni riportate hanno uno scopo meramente informativo e non possono essere in alcun caso considerate sostitutive dell'esperienza e della preparazione necessarie alla pratica dell'escursionismo e dell'alpinismo. L'autore declina ogni responsabilità legata all'uso improprio delle informazioni fornite.Gi O Draghi UsatoSalerno Oh Nuovo Campania Yu PuOZXTlwki

Drone Volo Led Quadcopter 4ch Springdoit Di Elicottero Mini Rc 8mNvOwn0
Piste Giocattoli Filoguidati Radiocomandati E Radiocomandi m80vwONn